A BENEFICIO DI CHI? PENSIONI SEMPRE  PIU’ POVERE

COSTANTE AUMENTO DEI CONTRIBUTI

Sono sempre più numerosi i medici pensionati, ma anche molti ancora in servizio, in condizioni economiche gravemente scadute.

Dà molto fastidio leggere sul Giornale della Previdenza il trionfalismo dei miliardi, per altro teorici, di cui è dotato l’Ente di Previdenza dei medici.

Ma gli amministratori, molto benestanti grazie a gettoni e stipendi vitalizi, non avvertono assolutamente la gravità di queste situazioni.

Per molti colleghi anziani e/o pensionati ancorché non beneficianti di invalidità, per molte vedove, curarsi è diventato un peso insostenibile:  l’ENPAM deve vedere e provvedere, ma non con qualche sussidio verso chi si rivolge, umiliandosi, al  proprio Ordine ma bensì con una vera e propria presa in carico della spesa per farmaci, accertamenti, assistenza domiciliare.

Ne hanno bisogno non solo i medici presi in carico dalla LTC!  

Come fare, quanto e quando è un problema che  gli amministratori devono affrontare, perché l’assistenza è un compito preciso dell’ENPAM e su questa pesante realtà affronteremo studi e  convegni.

Di seguito alleghiamo link su IMMOBILI ENPAM IN DEGRADO PER OSPITARE GLI IMMIGRATI?